Comune di Legnano Comune di Legnano Comune di Legnano
È presente 1 allegato
Questo articolo è stato letto 5383 volte
Pubblicato il: 08/05/2020

IMU 2020

IMU 2020

La nuova Imposta Municipale Propria - IMU è stata istituita con Legge n. 160/2019 a decorrere dal 1° gennaio 2020.

 La TASI dal 1° gennaio 2020 è abolita e viene incorporata nell’IMU.

 Il 16 giugno 2020 scade il termine per il VERSAMENTO DELLA RATA IN ACCONTO dell'IMU per l'annualità 2020.

Per l’acconto 2020 il versamento della prima rata è pari all’imposta dovuta per il primo semestre applicando l’aliquota e le detrazioni dei dodici mesi dell’anno precedente.

In sede di prima applicazione dell’imposta, la prima rata da corrispondere è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU + TASI per l’anno 2019.

IL VERSAMENTO A SALDO scade il 20 dicembre 2020 a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata a seguito di deliberazione aliquote 2020 entro il 30 giugno 2020.

L’IMU è versata in autoliquidazione da parte del contribuente, che calcola e versa quanto dovuto.

L’Ufficio Tributi effettua dal 18 maggio al 16 giugno 2020 il calcolo dell’IMU nei casi in cui ci sono state variazioni nel possesso e nella destinazione degli immobili e e il contribuente non è in grado di fare il calcolo online, come ad esempio in caso di compravendita, donazioni, decessi, trasferimenti di residenza, stipulazione o cessazione di affitti, affitti concordati  o comodati d’uso gratuiti ecc, esclusivamente con le seguenti modalità:

  • chiedendo il calcolo tramite mail all’indirizzo: info.tributi@legnano.org
  • in ufficio solo tramite appuntamento telefonico 0331/471268

Al fine di agevolare il cittadino in tali operazioni, il Comune di Legnano ha predisposto il servizio di calcolo on-line dell’IMU, nonché una Guida contenente tutte le informazioni utili e le novità introdotte con la legge di bilancio 2020, accedendo al sito istituzionale del Comune di Legnano www.legnano.org (clicca qui    

Si informa che il D.L. 34/2020 (Decreto Rilancio) all'art. 177, in considerazione degli effetti connessi all'emergenza sanitaria da COVID 19, per l'anno 2020, esonera dal pagamento dell'acconto IMU gli immobili rientranti nella categoria D2 (alberghi e pensioni) a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività esercitate.