Comune di Legnano Comune di Legnano Comune di Legnano

Tipologie di Procedimento

ADOZIONE PROVVEDIMENTI A TUTELA DELL'IGIENE E DELLA SANITA' PUBBLICA.

Si tratta di provvedimenti che possono consistere anche in ordinanze, adottati a seguito della segnalazione da parte di privati o di relazioni di servizio predisposte dai tecnici del Dipartimento di Igiene e Sanità Pubblica dell'ASL e dai VV.FF, relativi a inconvenienti di carattere igienico-sanitario verificatisi all'interno di abitazioni (infiltrazioni, formazione di muffe, fenomeni di intossicazione per irregolarità degli impianti termici, etc) adottati dal dirigente del Servizio, in relazione a quanto disposto dal vigente Regolamento Locale d'Igiene e dalle leggi statali in materia. Il T.U.E.L. all'art 50, comma 5, prevede altresì la competenza in capo al Sindaco, quale rappresentante della comunità locale, per l'adozione di ordinanze contingibili e urgenti in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica aventi carattere esclusivamente locale.


Unità Organizzativa: Settore 1 Servizi Strumentali e Amministrativi - Ufficio Legale

Responsabile Procedimento dell'Istruttoria
  • Nome: Pellegrini Maria Carla
  • Recapito Telefonico: 0331471286
  • Mail Istituzionale: comune.legnano@cert.legalmail.it

Responsabile Provvedimento Finale
  • Ufficio Competente: Settore 1 - Ufficio Legale
  • Responsabile: Mortarino Stefano
  • Recapito Telefonico: 0331471286
  • Mail Istituzionale: comune.legnano@cert.legalmail.it

Soggetto con Potere Sostitutivo
  • Nome: Marino Enzo
  • Modalità di Attivazione del Potere Sostitutivo: Istanza scritta rivolta al soggetto investito del potere sostitutivo.
  • Termini assegnati per la conclusione del procedimento:

    Termine pari alla metà di quello originariamente previsto ai sensi dell'art. 2, comma 9 ter, della Legge 7 agosto 1990, n. 241.

     

  • Recapito Telefonico: 0331/471.248
  • Mail Istituzionale: comune.legnano@cert.legalmail.it

Procedimento ad Istanza di Parte
  • Uffici per Informazioni:

    Redazione dell'esposto da parte del privato cittadino contenente la descrizione dell'inconveniente igienico, eventualmente corredato di fotografie. Non è richiesta la compilazione di alcuna modulistica. L'esposto, indirizzato all'Ufficio Legale del Comune, va presentato all'Ufficio Protocollo oppure inoltrato mediante posta elettronica certificata. Non vengono prese in considerazioni segnalazioni telefoniche. A seguito della ricezione della segnalazione, l'Ufficio Legale richiede un sopralluogo di verifica alla competente ASL o agli agenti di Polizia Locale volto ad accertare la consistenza degli inconvenienti segnalati e il nominativo dei proprietari dell'immobile e degli amministratori degli stabili condominiali interessati.

    - Ufficio Legale - orari di apertura al pubblico da lunedì a venerdì dalle 10 alle 13 e giovedì, anche pomeriggio, dalle 15.30 alle 18.

  • Indirizzi e recapiti telefonici per presentazione istanza:

    Indirizzo: P.zza San Magno n. 9 - Palazzo Malinverni - 1° piano - stanza 126
    Tel: 0331.471.286/272/ 247/284
    Fax: 0331.471.361
    Email: resp.legale@legnano.org; uff.legale@legnano.org

  • Mail Istituzionale: comune.legnano@cert.legalmail.it

Richiesta Informazioni Procedimenti in corso

Per informazioni rivolgersi all'Ufficio Legale - Pzza S. Magno 9 - 20025 Legnano - tel. 0331/471.286 - 272 resp.legale@legnano.org uff.legale@legnano.org


Termini del Procedimento

Entro 30 giorni dagli accertamenti eseguiti a seguito dei sopralluoghi disposti.


Dichiarazione Sostitutiva/Silenzio Assenso: No


Strumenti di Tutela

Il soggetto destinatario delle prescrizioni contenute nell'ordinanza può impugnare il provvedimento con ricorso al TAR Lombardia entro 60 giorni dalla notifica dell'atto oppure con ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni sempre dalla nofitica.


Diritto all'Indennizzo

L'Amministrazione, in caso di ritardo nella conclusione del procedimento è tenuta al risarcimento del danno ingiusto cagionato in conseguenza dell'inosservanza dolosa o colposa del termine di conclusione del procedimento, come specificatamente disposto dall'art. 2 bis, comma 1, della Legge 7 agosto 1990 n. 241.