Comune di Legnano Comune di Legnano Comune di Legnano

Tipologie di Procedimento

AFFIDO DELLE CENERI DEI DEFUNTI AI FAMILIARI

L'affidamento ad un familiare di un'urna cineraria deve essere autorizzata sulla base di una istanza dai familiari aventi titolo nel rispetto della volontà espressa in vita dal defunto. La consegna dell'urna cineraria può avvenire anche per ceneri precedentemente tumulate o provenienti dalla cremazione di esiti di fenomeni cadaverici trasformativi conservativi, derivanti da esumazioni o estumulazioni.
In caso di disaccordo tra gli aventi titolo, l'urna cineraria è tumulata nel cimitero, finché sulla destinazione non intervenga accordo tra le parti o sentenza passata in giudicato.
Non è possibile tenere in affido la cassettina di resti ossei.

I familiari interessati devono presentare al comune richiesta di affidamento familiare, la quale dovrà contenere i seguenti dati:
a) i dati anagrafici e la residenza del familiare affidatario, nonché i dati identificativi del defunto;
b) la dichiarazione di responsabilità per l'accettazione dell'affidamento dell'urna cineraria e della sua custodia nel luogo di conservazione individuato;
c) il consenso dell'affidatario per l'accettazione dei relativi controlli da parte dell'Amministrazione Comunale;
d) l'obbligazione per l'affidatario di informare l'Amministrazione Comunale di eventuali variazioni del luogo di conservazione delle ceneri, anche ai fini del rilascio della autorizzazione al trasporto;
e) la persona a cui è consentita la consegna dell'urna sigillata e che sottoscriverà il relativo verbale di consegna;
f) la conoscenza delle norme circa i reati possibili sulla dispersione non autorizzata delle ceneri e delle altre norme del codice penale in materia e sulle garanzie atte a evitare la profanazione dell'urna;
g) la conoscenza della possibilità di trasferimento dell'urna in cimitero, nel caso il familiare non intendesse più conservarla;
h) che non sussistono impedimenti alla consegna derivanti da vincoli determinati dall'Autorità giudiziaria o di pubblica sicurezza.

Il luogo ordinario di conservazione dell'urna cineraria affidata a familiare è stabilito nella residenza di quest'ultimo, salvo non diversamente indicato al momento nel quale si richiede l'autorizzazione e purché rimanga affidata al familiare indicato. La variazione di residenza comporta necessità di segnalazione al Comune da parte del familiare della variazione del luogo di conservazione dell'urna cineraria.

Normativa: D.P.R. n. 285/1990; Circ. Min. Sanità 24 giugno 1993, n. 24 e 31 luglio 1998, n. 10; Legge 130/2001; Legge Regionale


Unità Organizzativa: Settore 1 Servizi Strumentali e Amministrativi - Stato Civile e Cimiteri

Responsabile Procedimento dell'Istruttoria
  • Nome: Priolo Antonino
  • Recapito Telefonico: 0331471218
  • Mail Istituzionale: comune.legnano@cert.legalmail.it

Responsabile Provvedimento Finale
  • Ufficio Competente: Settore 1 - Stato Civile
  • Responsabile: Calabrese Ada
  • Recapito Telefonico: 0331471218
  • Mail Istituzionale: comune.legnano@cert.legalmail.it

Soggetto con Potere Sostitutivo
  • Nome: Vimercati Pierluisa
  • Modalità di Attivazione del Potere Sostitutivo: Istanza scritta rivolta al soggetto investito del potere sostitutivo
  • Termini assegnati per la conclusione del procedimento:

    Termine pari alla metà di quello originariamente previsto ai sensi dell'art. 2, comma 9ter, della Legge 07.08.1990, n. 241

  • Recapito Telefonico: 0331 471248
  • Mail Istituzionale: comune.legnano@cert.legalmail.it

Procedimento ad Istanza di Parte
  • Uffici per Informazioni:

    Ufficio di Stato Civile
    piazza San Magno 9
    Telefono: 0331 471232; 0331 471230; 03310471227 - fax: 0331 471249
    Orari di apertura: lunedi', martedi', mercoledi' e venerdi' dalle ore 8:30 alle ore 13:00 - giovedi' dalle ore 8:30 alle ore 13:00 e dalle ore 14:30 alle ore 18:45 - sabato dalle ore 8:30 alle ore 12:15

     

  • Indirizzi e recapiti telefonici per presentazione istanza:

    Ufficio di Stato Civile

     

  • Mail Istituzionale: comune.legnano@cert.legalmail.it

Richiesta Informazioni Procedimenti in corso

Ufficio di Stato Civile

 


Dichiarazione Sostitutiva/Silenzio Assenso: No


Diritto all'Indennizzo

L'Amministrazione, in caso di ritardo nella conclusione del procedimento è tenuta al risarcimento del danno ingiusto cagionato in conseguenza dell'inosservanza dolosa o colposa del termine di conclusione del procedimento, come specificatamente disposto dall'art. 2bis, comma 1, della Legge 07.08.1990, n. 241.