Comune di Legnano Comune di Legnano Comune di Legnano

Area Stampa - contatti: 0331/471366-243 - ufficio.stampa@legnano.org

ASSEMBLEA CONFINDUSTRIA ALTO MILANESE: L'INTERVENTO DEL SINDACO

Pubblicato il 20/10/2016

Il sindaco Alberto Centinaio è intervenuto questa mattina all’assemblea generale di Confindustria Alto Milanese convocata all’interno degli stabilimenti Franco Tosi Meccanica Spa ed ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale di Legnano. «Non posso evitare di sottolineare il forte significato simbolico che assume il luogo dove si svolge questa assemblea - ha esordito -. Sono certo che non è stata una scelta casuale. L’essere qui oggi, in un capannone della Franco Tosi, vuol dire richiamare che cosa ha rappresentato questa fabbrica, in Italia e nel mondo, per oltre un secolo: un’eccellenza del lavoro e dell’imprenditoria legnanese».

Non è mancato un riferimento ai problemi più recenti che la storica azienda legnanese ha attraversato. «L’essere qui oggi - ha ribadito- è una ulteriore conferma di quanto il nostro territorio, in tutte le sue articolazioni e rappresentanze istituzionali, continua ad avere a cuore il suo futuro. Siamo tutti vicini agli attuali vertici societari che hanno avuto il coraggio imprenditoriale di scommettere su questa azienda. L’Amministrazione comunale di Legnano, come ha già fatto in passato, non mancherà di fare la propria parte e di accompagnare la Franco Tosi in questa fase di rilancio. E’ un impegno che ci vede coinvolti e impegnati non solo sul “caso Tosi” ma in generale per migliorare l’attrattività  del nostro territorio. So per esperienza personale che gli imprenditori hanno bisogno di decisioni certe, veloci e concrete. Risposte che la politica, purtroppo, non è sempre in grado di dare».

Non è mancato un riferimento a quanto Legnano e altri Comuni dell’Alto Milanese stanno facendo, mediante Eurolavoro, per definire un piano per il rilancio produttivo del territorio che si concretizzi con la nascita di una Consulta dell’Economia e del Lavoro che vede coinvolta anche la Liuc di Castellanza e l’associazione degli imprenditori.  «Sono da sempre un tenace sostenitore del fatto che occorre fare squadra superando ogni sterile localismo e assurde rivendicazioni di autonomia decisionale -ha detto il sindaco Centinaio -. Gli imprenditori non possono trovarsi davanti  scenari differenti in campo fiscale e normativo ogni volta che varcano i confini di un Comune. L’Alto Milanese si è avviato da tempo sulla strada di una fattiva collaborazione come Area Omogenea. Un lavoro che è già stato riconosciuto come esemplare a livello di Città Metropolitana Milanese e di Regione Lombardia e che ci permetterà di sperimentare progetti riguardanti anche il modo dell’economia e del lavoro».  

L’Amministrazione comunale di Legnano intende proporre scelte precise e condivise e già il prossimo Bilancio di Previsione conterrà agevolazioni fiscali e concessionarie a favore delle attività produttive. Centinaio ha inoltre auspicato che sia recepito l’invito rivolto a tutti i Comuni dell’Alto Milanese affinché si arrivi ad una semplificazione delle prassi burocratiche perché «fare impresa non deve essere una gara di salto ad ostacoli».

Il sindaco ha chiuso il suo intervento ricordando che l’impegno dei Comuni deve fare i conti con i propri ambiti di competenza e con i noti problemi di finanza locale. «Vi garantisco - ha concluso - che non facile difendere il lavoro e le imprese quando ci si deve scontrare con problemi imprevisti come quello che stanno vivendo 7 paesi del nostro territorio. Sono a rischio default a causa di crediti dovuti da un concessionario del servizio di distribuzione del gas che si rifiuta di versare alcun tipo di indennità, onere e canone agli enti locali proprietari della rete di distribuzione. Sono problemi che rischiano di vanificare ogni altro impegno».