Comune di Legnano Comune di Legnano Comune di Legnano

Area Stampa - contatti: 0331/471366-243 - ufficio.stampa@legnano.org

TORNANO I "BUONI LAVORO" PER PERSONE IN DIFFICOLTA' ECONOMICA

Pubblicato il 18/08/2016

Per il terzo anno consecutivo il Comune di Legnano mette a disposizione di persone in condizioni di temporanea difficoltà economica (disoccupati, cassintegrati, esodati) dei voucher per prestazioni di lavoro accessorio.

Le domande per poter partecipare al bando pubblico dovranno essere presentate nel periodo compreso tra lunedì 22 agosto e le ore 12 di venerdì 23 settembre 2016 all’Ufficio Alloggi del settore Servizi alla persona situato in via XX Settembre 30 (Edificio B/5) dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12.30. Per eventuali informazioni o chiarimenti è possibile telefonare al numero 0331.472511-525.

Per poter partecipare al bando è necessario risiedere nel Comune di Legnano (se straniero bisogna essere regolarmente soggiornate in Italia ed essere in possesso dei documenti previsti dalla legge). Occorre inoltre rispettare i requisiti previsti dalla normativa vigente ed essere in possesso di un reddito ISEE non superiore a 15 mila euro annui. Gli altri requisiti di partecipazione e le modalità per la formazione della graduatoria sono contenuti nel bando pubblico reperibile sul sito web del Comune di Legnano (www.legnano.org), nonché presso l’Ufficio Alloggi e l’Ufficio Relazioni con il Pubblico di corso Magenta 15.

L’iniziativa dei buoni lavoro è nata nel 2014 grazie alla collaborazione tra Amministrazione comunale, Afol e Casa del Volontariato. Ad ogni prestatore d’opera spetta la liquidazione di un voucher del valore orario pari a 10 euro, comprendente le contribuzioni INPS e INAIL, per un valore netto a favore del lavoratore di 7,50 euro. Il monte ore massimo a disposizione di ogni persona era di 100 nel 2014, portato a 200 nel 2015 e attualmente prorogabile fino a 250. La cifra complessiva messa a bilancio dall’Amministrazione comunale è oggi di 150 mila euro rispetto ai 90 mila euro del 2014.

Le persone che hanno beneficiato di questa opportunità sono state complessivamente quasi 150 e gli italiani sono in stragrande maggioranza. Le attività in cui possono essere impiegate sono varie: pulizia, sgombero neve, piccola manutenzione, servizi domiciliari, sorveglianza, supporto organizzativo per mostre e manifestazioni pubbliche, caricamento dati…